Visita al Quirinale: la Georgia rilancia la richiesta di far parte dell'Ue

La guerra in Ucraina incrina i rapporti di vicinato a est.
Con parte dei confini condivisi con la Russia, la Georgia si affretta a rilanciare la richiesta di adesione all'Unione europea in occasione della visita al Quirinale della presidente georgiana, Salomé Zourabichvili.

"Dichiariamo la nostra aspirazione a far parte dell'Europa. Negli ultimi 30 anni siamo sempre stati fermi, solidi, in questa nostra decisione, in questa aspirazione" ha detto Zourabichvili.

L'Italia sostiene il percorso europeo della Georgia– ha sottolineato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella – Attendiamo i necessari passi da parte della Commissione europea.

Il supporto italiano, secondo il Capo dello Stato, poggia su valori condivisi: "Tbilisi e Roma hanno una comune visione nella vita internazionale e sui valori su cui è fondata la comunità internazionale: rifiuto della guerra, convivenza pacifica fra popoli e rispetto della sovranità nazionale e dei confini".

Russia e Georgia non intrattengono relazioni diplomatiche dal 2008 e, da allora, le truppe russe sono ancora stanziate in Abkhazia ed Ossezia del Sud, i due staterelli filorussi, ritagliati nel territorio internazionalmente riconosciuto come georgiano.

L'invasione russia dell'Ucraina continua adunque a esercitare una forza centrifuga dei vicini rispetto a Mosca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli