Visita di Conte ad Accumoli, sul web è virale la sua pausa pranzo

visita-conte-accumoli-pausa

È diventato virale sul web un particolare momento della visita del Presidente del Consiglio Conte ad Accumoli avvenuta lo scorso 13 dicembre. Mentre attraversava le zone colpite dal devastante terremoto del 2016, il Premier ha infatti deciso di fermarsi in una bottega di Castelsantangelo sul Nera per fare una pausa pranzo assieme ai suoi collaboratori. Il video che ritrae Conte alle prese con il bancone dei formaggi è stato immediatamente condiviso sul profilo Facebook del Premier, esplodendo in breve tempo sui social.

Visita di Conte ad Accumoli, la pausa pranzo

Recatosi in una delle botteghe riaperte dopo il sisma del 2016, Conte ha deciso di fermarsi al bancone per degustare alcuni prodotti tipici locali. Nel messaggio postato ieri a corredo del video, è lo stesso Premier a dichiarare: “Al termine della visita nelle zone terremotate del Centro Italia, mi sono concesso una piccola pausa gastronomica nella norcineria di Castelsantangelo sul Nera. Ho fatto ottimi acquisti e con i collaboratori ci siamo fermati a degustare salumi e formaggi. Vera delizia per i nostri palati. Anche questi piccoli gesti di attenzione possono contribuire a rilanciare l’economia di queste comunità in difficoltà”.

Giunto al bancone, Conte chiede: “C’è un pecorino non troppo forte?“. Quando poi la commessa gli domanda se vuole un panino, il Presidente del Consiglio rigira la domanda ai suoi collaboratori: “Chi vuole un panino? Forza volete il panino? Dai“.

VIDEO - Conte: l'Ue e i mercati scommettono sull'Italia

La ricostruzione post sisma

In un post successivo, Conte ritorna poi sul tema della ricostruzione post terremoto, ribadendo le priorità del governo sul tema: “Ho detto che è finito il tempo delle passerelle. Occorre solo pensare a lavorare, lo dobbiamo a queste migliaia di persone i cui bisogni non hanno colore politico. Semplificare le normative vigenti, incluso il codice degli appalti, accelerare le procedure e superare gli ostacoli burocratici: queste saranno le priorità del Governo per far ripartire rapidamente la fase della ricostruzione”.