Visoni, il pericolo di trasmissione del virus si sposta anche nel paese ellenico

·1 minuto per la lettura
grecia covid visoni
grecia covid visoni

Dopo l’abbattimento di milioni di esemplari di visoni in Danimarca, anche in Grecia scoppia l’allarme da contagio covid. In un allevamento nel nord del paese, test sui mammiferi pelosi hanno rivelato la positività di 9 esemplari, tra cui 2 che denotavano forti sintomi del coronavirus. Le autorità elleniche hanno deciso così di abbattere oltre 2mila esemplari per contenere il virus.

Grecia, allarme contagio tramite visoni

La trasmissione del covid tramite i visoni ora preoccupa anche la Grecia. Dopo l’abbattimento di 15 milioni di esemplari in Danimarca, ora l’allarme è scattato anche nello stato ellenico.

Secondo quanto reso noto dal Ministero dell’agricoltura greco, in un allevamento nel nord del paese,nella città di Kozani, 2 uomini sono risultati positivi, e altri test effettuati sui visoni hanno rilevato la positività di 9 esemplari, tra cui 2 con sintomi evidenti del virus.

Così le autorità elleniche, per evitare un’ulteriore diffusione del virus, hanno deciso di abbattere oltre 2mila capi. La Grecia, infatti, risulta il quinto stato europeo di visoni, come la Lituania.

Danimarca-Svezia senza giocatori “inglesi”

La situazione in Danimarca rimane tuttora allarmante, tanto che anche per il calcio i vari governi hanno deciso di prendere precauzioni. Londra, infatti, ha deciso di impedire ai giocatori di Premier League di nazionalità danese e svedese di prendere parte all’amichevole tenutasi mercoledì 11 novembre a Copenaghen, per evitare un possibile contagio interno, al loro ritorno.

L’amichevole si è disputato con notevoli assenze. Tuttavia, i club in seguito hanno confermato la possibilità di convocare i propri giocatori solo per i match validi per la Nations League.