Vitaliy Markiv, Ucraina deposita ricorso contro sentenza di Pavia

Fth

Roma, 22 nov. (askanews) - "Il 20 novembre 2019 l'Ucraina ha depositato il ricorso in appello contro la sentenza della Corte d'Assise di Pavia del 12 luglio 2019, con la quale il cittadino ucraino Vitaliy Markiv è stato dichiarato colpevole dell'omicidio del fotoreporter italiano Andrea Rocchelli e, per questo, condannato a 24 anni di prigione". Lo ha reso noto in una nota l'ambasciata ucaraina a Roma.

Rocchelli fu ucciso il 24 maggio del 2014 mentre documentava la guerra civile nel Donbass: l'omicidio avvenne a Andreyevka, nelle vicinanze dell città di Sloviansk, nell'Ucraina Orientale. Secondo la procura di Pavia, Markiv era al comando della milizia che sparò a Rocchelli da una collina. Il pubblico ministero aveva chiesto per Markiv 17 anni. Il processo è stato al centro di un duro scontro tra l'Italia e l'Ucraina.(Segue)