Vitalizi, Richetti: Di Maio-Zingaretti approvino mia legge

Pol/Vep

Roma, 29 giu. (askanews) - "Salvini, Di Maio e Zingaretti dicono che una vergogna, ma loro rappresentano il 75% del Parlamento. Se loro sono le vittime chi sono i carnefici? Ma davvero vogliono far credere agli italiani che il problema rappresentato da una commissione con 3 laici, un farmacista e un notaio? Se avessero approvato la mia legge sui vitalizi, non avrebbe potuto essere annullata". Lo afferma, in una intervista a Radio Cusano Campus, Matteo Richetti, senatore di Azione.

"Se i leader dei partiti pensano sia una vergogna, prendano la mia legge e l'approvino. A quei tempi non fu approvata perch ognuno pensava al proprio tornaconto personale, ora almeno non ci facciano la morale, ci risparmino questa sceneggiata degli indignati. I 5 Stelle hanno basato molto dei loro consensi sul taglio dei vitalizi e hanno fallito, cos come ha fallito il reddito di cittadinanza. Se una misura tu non decidi se contrasto alla povert o reinserimento lavorativo rimani nel mezzo", conclude.