Vitavigor: bene nel 2020 export con +4,5% e Gdo con +8%

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 17 mar. (Labitalia) – Trend positivo per l’export della storica azienda milanese Vitavigor del “Super Grissin de Milan” protagonista del mercato dei sostitutivi del pane che, nonostante le difficoltà imposte dall’emergenza sanitaria, ha chiuso il 2020 con un incremento di fatturato legato ai mercati internazionali del 4,5%, segnando addirittura una crescita doppia rispetto all’anno precedente. Un dato reso possibile dal consolidamento di rapporti commerciali con clienti acquisiti recentemente e all’introduzione di nuovi prodotti come i soffietti VitaPop presso mercati storici (snack innovativi nella forma, che si presenta soffiata, e nel packaging, realizzato in carta 100% riciclabile).

Scenario positivo anche per il mercato italiano, dove Vitavigor ha ottenuto grandi soddisfazioni presso i clienti della Gdo, facendo registrare un incremento delle vendite a valore del +8%. Un che ha testimoniato l’efficacia dei grandi investimenti effettuati dall’azienda nella qualità dei suoi prodotti.

“Ci siamo trovati a vivere un anno difficile e inaspettato e, pur essendo attivi nel comparto alimentare, abbiamo subito inevitabili perdite di fatturato nei canali foodservice e ristorazione, duramente colpiti dalle chiusure imposte. Ma il 2020 non è stato totalmente nero e ci sono diversi comparti che ci hanno dato e continuano a dare soddisfazioni anche nel 2021 –ha spiegato Federica Bigiogera, Marketing Manager di Vitavigor-. Siamo orgogliosi dello splendido lavoro realizzato dal nostro team all’estero e dell’ottimo feedback ricevuto in merito alla gamma di soffietti VitaPop che lanceremo quest’anno anche in Italia. Mai come ora ritengo sia fondamentale l’appoggio e la fiducia dei clienti e dei consumatori alle aziende italiane, per supportarle nel lancio di nuovi prodotti e per poter garantire la continuità delle nostre attività”.