Vito Smeoli accoltellato da un cliente che non aveva prenotato

Barbiere accoltellato Napoli

Un barbiere di Napoli è stato accoltellato da un cliente per essersi rifiutato di tagliare i capelli ad un cliente presentatosi nel locale senza prenotazione. L’uomo lo ha aggredito in maniera violenta ferendolo con un paio di forbici e mandandolo in ospedale.

Barbiere accoltellato a Napoli

Si tratta di Vito Simeoli, titolare di un salone in via San Pasquale nel quartiere di Chiaia. Poco dopo le 13 di venerdì 19 giugno un cliente ha preteso di sedersi alla postazione senza aver prenotato, condizione obbligatoria secondo i protocolli anti coronavirus. Il barbiere si è così rifiutato di servirlo e l’uomo, irato, ha dato il via ad una discussione che da verbale è diventata presto fisica.

Ha infatti afferrato le forbici da taglio presenti nella bottega e lo ha accoltellato con diversi fendenti. I presenti hanno immediatamente dato l’allarme alle forze dell’ordine che, giunte subito sul posto con quattro volanti hanno arrestato l’aggressore. Si tratta di un ragazzo di 29 anni che fino al momento della lite aveva atteso insieme agli altri clienti il proprio turno per entrare nella bottega.

Nel frattempo Vito, molto conosciuto anche sui social dove si diverte a recitare poesie, è stato portato in ospedale. Secondo quanto trapelato non sarebbe in gravi condizioni. Ma i medici del Pronto Soccorso del Vecchio Pellegrini di Napoli hanno comunque optato per trattenerlo per medicare le ferite riportate durante l’accaduto.