Vittoria Assicurazioni nuovo sponsor Federugby

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 25 lug. (Adnkronos) – "La Federazione Italiana Rugby e Vittoria Assicurazioni, società italiana attiva nel campo assicurativo per la tutela delle persone, della famiglia e delle aziende, hanno ufficializzato un accordo di sponsorship che vedrà la Compagnia affiancare l’organo di governo del rugby italiano sino al 2023, anno della Rugby World Cup maschile in programma in Francia". Lo fa sapere la Federugby dal suo sito web.

"L’accordo garantisce alla storica realtà lombarda il titolo di sponsor ufficiale della Fir e delle Squadre Nazionali per il settore assicurativo e la presenza del brand della Vittoria Alata nelle comunicazioni istituzionali Fir e negli spazi di visibilità in occasione degli incontri internazionali delle rappresentative azzurre.

“Vittoria Assicurazioni condivide con noi valori di integrità ed eccellenza, uniti alla determinazione a sfidare con lealtà i propri competitori. Siamo felici di dare loro il benvenuto nella famiglia del rugby italiano, che si arricchisce di un partner che, come noi, ha lavorato nel proprio secolo di vita e continua a lavorare incessantemente per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi, al servizio dei propri clienti come Fir è al servizio del proprio movimento” ha dichiarato il Presidente della Fir , Marzio Innocenti.

“La scelta di cooperare con Fir e di supportare il rugby non è causale. Uno sport che riflette quanto di più caro alla Compagnia: il profondo rispetto e il concetto di squadra. Elementi portanti e cardine che, da sempre, caratterizzano e guidano il centenario percorso di Vittoria Assicurazioni. Da qui nasce, dunque, la volontà di operare al fianco della Federazione con il fine ultimo di sviluppare ulteriormente una visione sociale comune alle due realtà” commenta Matteo Campaner, Direttore Generale di Vittoria Assicurazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli