Vittorio Fusari morto: lo chef stroncato da un malore

vittorio fusari morto

Il noto chef bresciano Vittorio Fusari è morto a 66 anni a causa di un malore. Fusari si trovava ricoverato da alcune settimane all’ospedale Mellino Mellini di Chiari (Brescia), in seguito ad un principio di infarto. Lo chef era in cura presso la struttura quando, improvvisamente, le sue condizioni sono precipitate.

Fusari, molto noto nel mondo della ristorazione, lascia la moglie Anna Patrizia Ucci e un figlio di 15 anni. La compagna lo ha salutato con queste parole: “Sarai con me sempre dovunque io sarò. Sei stato più che un amore un compagno un amico sei stata l’altra parte di me. La migliore”.

Vittorio Fusari morto

Lo chef si trovava ricoverato nel reparto di rianimazione in condizioni gravissime. La notizia del decesso è arrivata nella serata di mercoledì 1 Gennaio 2020 tramite l’account ufficiale di Fusari su Facebook: “Non vi ho lasciati, avete in eredità le mie ricette che raccontano le mie idee. Copiatele e fatele vivere costruendo attraverso il cibo un mondo migliore”.

Da sempre legatissimo alla Franciacorta, questa passione aveva portato Fusari alla creazione dell’osteria Il Volto, al ristorante Le Maschere e alla Dispensa Pani & Vini. Inoltre, aveva partecipato alla nascita Slow Food, l’associazione per cui lavora la moglie Anna Patrizia Ucci. Fusari prese anche parte a molti progetti che avevano lo scopo di valorizzare e sostenere i produttori locali. Moltissimi i messaggi di cordoglio, tra cui quello del ristorante bergamasco Balzer, dove Fusari aveva lavorato dopo l’esperienza al milanese Pont de Ferr: “Ciao Vittorio, sei nei nostri cuori. Il nostro grande Maestro, ci mancherai tanto”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Dieta mediterranea, alleato della mente