Vittorio Grigolo risponde alle accuse: “Nella sofferenza si cresce”

vittorio grigolo

Vittorio Grigolo, ex coach di Amici e destinato a diventare il “nuovo Pavarotti”, parla per la prima volta in tv delle accuse contro di lui. Tutto è accaduto lo scorso 18 settembre a Tokyo in Giappone: alla fine di una rappresentazione, durante gli applausi, Vittorio schiaccia la pancia finta di una ballerina. Poi, sorridendo, sente un corista che lo accusa: “Cosa fai? Non vedi che è imbarazzata (la ballerina ndr.)?”. Ma Vittorio manda a quel paese (con un gesto di scuse romano) le accuse ricevute senza mettere a rischio lo spettacolo. Le conseguenze di questo gesto, però, hanno macchiato la sua carriera. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto.

Vittorio Grigolo risponde alle accuse

“Tutto ciò che ci viene messo di fronte ha una sua ragione” ha esordito Vittorio Grigolo a Verissimo. La sua storia è molto delicata e per la prima volta viene raccontata in televisione. “Dall’ombra non ci si può difendere”: è arrivato il momento di spiegare quanto accaduto. La carriera di Vittorio vanta tantissimi successi, ma in particolare un fatto ha colpito la vita del coach di Amici. Durante un’esibizione a Tokyo, in Giappone, è accaduto qualcosa. Tra gli applausi al termine della rappresentazione, Vittorio ha avuto un diverbio con un corista. Un suo gesto ha scatenato l’ira del collega: aveva toccato la pancia finta di una ballerina. Ma il vero problema è stata la risposta alle accuse del corista.

Ad un certo punto il cantante viene chiamato da parte della Royal Opera House di Londra. A causa della sua condotta, Vittorio è stato invitato a lasciare la compagnia. “Ho lottato fino alle 5 del mattino” ha spiegato Vittorio. Ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Vittorio è quindi tornato in Italia con una scorta a proteggerlo. La stessa sera, però, ha incontrato un promoter per provare a sistemare le cose: cerca di capire il perché della decisione dei vertici di Londra.

Il racconto

“L’unione fa la forza – ha proseguito Vittorio -. Nella mia vita non ho mai voluto chiedermi il perché”. “Mi meraviglio – però – di come un tg possa fondarsi su certe informazioni false. La notizia deve essere fondata”. I giornali, infatti, parlarono di una molestia, quando invece era un semplice tocco a una pancia finta. Esiste anche un video che documenta quanto affermato da Vittorio, ma sono stati i legali del coach a battersi per la sua pubblicazione. “Forse grazie alla televisione” la verità verrà alla luce. “Nella sofferenza si cresce se ci si rialza” ha poi concluso.

In studio a Verissimo è presente anche l’avvocato di Vittorio, che ha dichiarato: “Confermo quanto detto”. “Il video poteva essere la prova principale, a favore o contro, l’atteggiamento di Vittorio”. “Si tratta in realtà di un frammento di 30 secondi: è così chiaro che probabilmente se trasmesso fin dall’inizio avrebbe allontanato le accuse”.