Vittorio De Scalzi morto a 72 anni: addio al fondatore dei New Trolls

vittorio de Scalzi
vittorio de Scalzi

Addio a Vittorio De Scalzi, fondatore del gruppo musicale rock progressivo New Trolls attivo dal 1967 al 1997, morto all’età di 72 anni. La sua ultima esibizione risale ad una settimana prima a Sanremo con l’orchestra sinfonica, dopodiché l’artista era stato ricoverato d’urgenza e finito in coma farmacologico. L’anno scorso aveva contratto il Covid e, un mese dopo, era stato colpito da una fibrosi polmonare.

Vittorio De Scalzi morto

Nato nel 1949, all’interno del gruppo era stato autore di molti brani rivelatisi poi grandi successi tra cui Visioni, Una miniera e Quella carezza della sera. Contemporaneamente, l’artista era impegnato nel lavoro di ricerca sulla musica tradizionale genovese e ha scritto diverse canzoni dialettali parte del patrimonio culturale della sua città. Parallelamente è stato anche attivo come autore per altri interpreti, tra cui Mina, Ornella Vanoni e Anna Oxa.

Durante la loro carriera, i New Trolls hanno preso parte a sette edizioni del Festival di Sanremo: nel 1996 si sono esibiti in coppia con Umberto Bindi interpretando il brano Letti, scritto dallo stesso Bindi con Renato Zero. Terminata laloro attività, De Scalzi ha avviato una carriera da solista e nel 2008 ha pubblicato il primo album in studio, Mandilli, realizzato interamente in dialetto genovese. Negli anni successivi ne ha pubblicati altri, tra cui Gli occhi del mondo, L’attesa, Due di noi e Vento di terra, vento di mare (oltre a diversi singoli).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli