Vittorio Sgarbi sul caso Gregoretti: “Conte è un vigliacco”

sgarbi caso gregoretti

Durante la trasmissione L’aria che tira in onda su La7, il deputato Vittorio Sgarbi ha rilasciato alcune dichiarazioni sul caso Gregoretti, su cui si era espresso anche l’ex ministro dell’Interno del governo Gentiloni Marco Minniti nello stesso programma, apostrofando il premier Giuseppe Conte: “Il Senato ha dato la prova che il governo non esiste. Un governo assente, come se la responsabilità di un atto come quello fosse solo di Salvini. È evidente che non essendo stato contraddetto da Conte, va giudicato parimenti Conte con quelli del governo. Nessuno ha sconfessato Salvini prima di entrare nella logica di un governo con il PD. Quindi erano complici e quindi come sempre l’idea che un ministre agisce da solo quando il consiglio dei ministri è informato di quello che fa prova che Conte è un vigliacco“.

Vittorio Sgarbi sul caso Gregoretti

“Con il fatto che non ci fosse nessuno abbiamo la prova che non abbiamo un governo di persone civili, che si presentino di fronte ad un fatto che riguarda un governo di cui era presidente Conte, non mia nonna. É una vergogna” continua il noto critico d’arte. Secondo Sgarbi, un governo così “dovrebbe cadere, è un governo con gente che non ha il coraggio di rispondere a quello che ha fatto. Non c’era nessuno li”.

L’ok per Senato a procedere contro Matteo Salvini per il caso Gregoretti è arrivato nel pomeriggio di mercoledì 12 febbraio. La decisione dell’ex ministro ha completamente diviso l’opinione pubblica, e secondo un sondaggio di Notizie.it, il il 58% dei votanti ritiene che Salvini abbia legittimamente difeso i confini del Paese.