"Viva L'Italia", a Cinecittà World il grande evento Interforze-VIDEO

Lua

Roma, 3 set. (askanews) - Dal 6 al 15 settembre quarta edizione di "Viva L'Italia" a Cinecittà World, alle porte di Roma. Un grande evento Interforze, il più grande mai realizzato in un parco a tema, che riunisce Forze Armate, Forze dell'Ordine e da quest'anno anche i Vigili del fuoco.

Un'occasione per scoprire da vicino il lavoro quotidiano e le tecniche utilizzate dai corpi che operano sul territorio e nelle missioni internazionali attraverso esibizioni, sfilate di uomini, donne e mezzi, tra gazzelle, volanti, auto storiche, laboratori della scientifica, simulatori di navi, unità cinofile e fanfare.

Stefano Cigarini, amministratore delegato di Cinecittà World: "Ci piaceva l'idea che queste persone che lavorano tutti i giorni per la nostra sicurezza fanno un lavoro che in realtà non conosciamo e quindi far vedere il loro lavoro al grande pubblico fatto di bambini, famiglie, ragazzi che vengono in un parco, per avvicinare i corpi ai cittadini e ridurre questa distanza". "Il taglio sarà far vedere, attraverso esposizioni di mezzi, moto e blindati, ecc., ma soprattutto la possibilità di provare, quindi si potrà toccare con mano quello che è il loro lavoro quotidiano".

Quest'anno saranno devoluti due euro per ogni biglietto speciale legato all'evento a enti assistenziali familiari di Forze Armate e Forze dell'Ordine. Inoltre, ci sarà la partecipazione di molti atleti dei gruppi sportivi che si esibiranno e porteranno la loro esperienza ai ragazzi. Tra questi anche il velocista e campione di salto in lungo, Andrew Howe, dell'Aeronautoca militare: "Sarà bello stare lì, i ragazzi saranno curiosi nel vederci correre, nuotare, tirare con l'arco, non sanno chiaramente tutto il lavoro che c'è dietro e il supporto che ci dà l'Aeronautica così come le altre Forze Armate per fare quello che facciamo ed è bello. Forse sarà interessante anche per le future generazioni che vedo un po' perse, non sanno cosa fare e che strade seguire, li vedò un po' spaesati da questo punto di vista".

Il video su askanews.it