Vivendi: introduzione in borsa Universal Music prevista al più tardi a inizio 2023

Vivendi: introduzione in borsa Universal Music prevista al più tardi a inizio 2023

Parigi, 13 feb. (Adnkronos) – Vivendi punta su "un'introduzione in borsa di Universal Music Group (Umg) al più tardi all'inizio del 2023". E' quanto afferma il gruppo francese in occasione della presentazione dei risultati del 2019.

Il 31 dicembre 2019 Vivendi ha firmato un accordo con il consorzio guidato dalla cinese Tencent in vista di un ingresso del consorzio costituito da Tencent Music Entertainment e da altri investitori finanziari internazionali nel capitale sociale di Umg. Questo accordo prevede l'acquisizione di una quota del 10% sulla base di un enterprise value di 30 miliardi di euro per il 100% di Umg. Il Consorzio ha inoltre un'opzione per l'acquisto di un ulteriore quota del 10% fino al 15 gennaio 2021.

Questo accordo, sottolinea Vivendi, "sarà completato prossimamente da un secondo accordo che permetterà a Tencent Music Entertainment di acquistare una partecipazione di minoranza nel capitale della controllata di Umg che raggruppa le attività cinesi del gruppo". Il perfezionamento "è atteso entro la fine del primo semestre del 2020".

Il Consiglio di sorveglianza di Vivendi, inoltre, "è stato informato del proseguimento delle trattative in vista dell'eventuale ulteriore cessione di quote di minoranza" di Umg.