Vivere felici con l’acufene si può: ecco come

webinfo@adnkronos.com

L’acufene è un fastidio molto diffuso e, talvolta, sottovalutato. Partendo dal presupposto che si tratta di un disturbo molto soggettivo, non vi è dubbio che sia fonte di disagio per chi ne soffre. Trascurarlo non è una buona idea, specie se si considera che, nel lungo periodo, può accompagnarsi a una perdita più o meno consistente dell’udito. Ma la buona notizia c’è: scegliendo il trattamento giusto è possibile ridurlo notevolmente e migliorare così la qualità di vita. La tecnologia Audibel può aiutarti ad alleviare l’acufene e a ritrovare il comfort uditivo che desideri.  

Ronzii, fischi e altri suoni indesiderati: cos’è l’acufene e quanto è diffuso  

Anche noto come fischio alle orecchie o tinnito, l’acufene è una sensazione spiacevole che causa la percezione di un suono non presente nell’ambiente esterno. Questo rumore è variamente descritto come fischio, ronzio, sibilo o cinguettio e può colpire solo un orecchio o entrambi. A soffrire di questo disturbo, in forma più o meno lieve, sono ben nove milioni di italiani e nel 30% dei casi l’acufene comporta una perdita dell’udito.  

Risulta evidente, quindi, l’importanza di rivolgersi a uno specialista appena si notano i primi sintomi, per identificare l’origine e la gravità del problema. È bene sottolineare che, talvolta, l’acufene è di natura passeggera e può essere scatenato dalla semplice esposizione a suoni molto forti, tali da creare un trauma acustico momentaneo. Se i sintomi si protraggono, però, divengono spia di un disturbo più serio che può derivare da una molteplicità di fattori: tra i più frequenti, la graduale perdita dell’udito legata all’invecchiamento (presbiacusia) e i problemi di salute dell’orecchio dovuti a infiammazioni, infezioni, otite o patologie insidiose come la sindrome di Ménière. Anche l’assunzione di particolari farmaci e le malattie di tipo cardiovascolare o di altra natura possono influire sulla qualità dell’udito, da cui l’importanza della prevenzione: non solo movimento e sana alimentazione, ma anche riduzione dello stress, perché anche quest’ultimo può peggiorare l’acufene. 

I vantaggi della terapia del suono e della tecnologia Audibel  

Al giorno d’oggi non esiste una cura definitiva e universalmente valida per l’acufene. Ciò non esclude, comunque, la possibilità di intervenire in maniera efficace per alleviarne i sintomi. In base alla gravità del disturbo è necessario adottare un approccio specifico. In alternativa alla prescrizione di farmaci o alla chirurgia, è possibile trattare i problemi dell’udito anche con la terapia del suono: un metodo non invasivo basato sull’esposizione selettiva a suoni aggiuntivi, per aiutare il cervello a riclassificare il rumore nell’orecchio e a ritrovare il comfort perduto.  

Gli apparecchi acustici Audibel sono dotati di tecnologia multiflex tinnitus, grazie alla quale è possibile creare uno stimolo sonoro personalizzato e gestibile in maniera autonoma. Da oltre cinquant’anni, Audibel offre prodotti innovativi e soluzioni all’avanguardia nel campo delle tecnologie per l’udito. Gli apparecchi sono studiati per realizzare il massimo comfort di ascolto anche negli ambienti rumorosi e sono sviluppati sulla base di test e controlli accurati.  

Come prenotare la visita e il test dell’udito  

Rivolgersi a un centro specializzato consente di verificare il livello di gravità del proprio acufene e trovare la soluzione giusta per ottenere la migliore qualità del suono in tutti gli ambienti. Le audioprotesi di ultima generazione sono in grado di offrire un’elaborazione rapida e regolazioni più semplici per adattarsi a ogni situazione.  

Un altro aspetto importante riguarda l’ingombro e l’estetica dell’apparecchio che deve risultare il più possibile invisibile e discreto. L’apparecchio acustico viene calibrato anche in base allo stile di vita e agli ambienti di ascolto che la persona si trova a gestire ogni giorno: molto spesso, ad esempio, chi soffre di acufene lamenta una difficoltà a seguire i dialoghi di un film o a seguire una conversazione in un ambiente affollato.  

Per capire meglio quali sono le tue esigenze e qual è l’apparecchio acustico migliore per te, prenota un appuntamento presso un centro acustico Audibel: potrai sottoporti a una visita gratuita e, con l’aiuto degli audioprotesisti, individuare la soluzione più adatta.  

Se lo desideri puoi effettuare un primo test dell’udito online e successivamente un controllo più accurato presso uno degli 80 centri acustici e 200 punti di assistenza Audibel. Prenotando la tua visita, potrai usufruire di una prova gratuita di 30 giorni per testare le caratteristiche dell’apparecchio e capire se funziona e se fa davvero al caso tuo.  

Per maggiori informazioni: 

Sito - www.audibel.it  

Mail - servizioclientiaudibel@gmail.com  

Numero verde - 800 841 841 

Diffusione Comunicato a cura di Img Solutions per ByTek Srl