Vladislav Avayev era stato anche vicepresidente di Gazprombank, si pensa ad un omicidio-suicidio

·1 minuto per la lettura
Vladislav Avayev
Vladislav Avayev

In Russia è giallo sul caso dell’ex funzionario del Cremlino trovato morto assieme a moglie e figlia: il 51enne Vladislav Avayev era stato anche vicepresidente di Gazprombank e dopo che la polizia aveva trovato i tre cadaveri uccisi da colpi di arma da fuoco si pensa ad un omicidio-suicidio. Avayev, indicato da Putin in quei ruoli di prestigio assoluto, era stato rinvenuto cadavere assieme alla coniuge ed alla figlia di soli 13 anni a Mosca, in un lussuosissimo appartamento da 2,4 milioni di euro.

Ex funzionario del Cremlino morto: la scoperta dei corpi

I media del Regno Unito che hanno attinto ai lanci della Tass sul misterioso caso, spiegano che a fare la macabra e terribile scoperta dei tre cadaveri è stata la figlia maggiore, la 26enne Anastasia: la giovane donna ha visto a terra i corpi di sua madre Yelena di 47 anni e della sorella minore. Pare che Anastasia si fosse allarmata perché da giorni non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia.

La porta chiusa e l’arrivo della polizia

A quel punto la ragazza ha deciso di andare direttamente a casa per dare una spiegazione a quel silenzio da parte di una famiglia che aveva infinite possibilità di contatto fra telefoni di casa e social. Giunta a casa Anastasia si è però accorta che la porta era chiusa dall’interno, al che ha allarmato la polizia che forzando l’ingresso ha fatto la scoperta. Gli inquirenti sarebbero concentrati sulla pista dell’omicidio-suicidio, una possibile chiave di lettura questa suffragata anche dal fatto che la figlia avrebbe trovato una pistola in mano al padre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli