Vlahovic decisivo, Kulusevski squalificato: 'Arrabbiato e deluso'. La posizione della Juve

·1 minuto per la lettura

Momento no per Dejan Kulusevski. Il talento classe 2000 della Juventus ha sfoderato un'altra prestazione sottotono nella partita di qualificazione al Mondiale di Qatar 2022 vinta 3-0 dalla Svezia contro il Kosovo. Schierato nel ruolo di seconda punta dal ct Janne Andersson, l'ex Parma è stato anche ammonito: era diffidato e salterà per squalifica la prossima gara di martedì contro la Grecia. Così il calciatore può tornare a Torino per rimettersi a disposizione di Allegri in vista della ripresa del campionato di domenica 17 ottobre allo Stadium, dove per il posticipo serale arriva la Roma di Mourinho.

Lo stesso Kulusevski ha dichiarato nel dopo-partita: "Sono arrabbiato e deluso, ma non posso farci niente. Avevo molta voglia di fare bene, forse troppa. Ho lottato e corso tanto, speravo di fare gol ma il portiere è stato bravo". Alla vigilia aveva commentato le voci di mercato su Atalanta e Tottenham: "È positivo che ci siano squadre interessate, ma non ci sto pensando".

Domenica al Festival dello Sport di Trento parla il direttore sportivo Fabio Paratici, ex Juve e ora al Tottenham. Per quanto riguarda invece l'Atalanta, non trova conferme l'indiscrezione su un possibile scambio con l'attaccante colombiano Luis Muriel. Di certo c'è una cosa: questo Kulusevski non è più incedibile per la Juventus, pronta a valutare le offerte che dovessero arrivare già a gennaio. Per fare cassa e finanziare l'assalto a Dusan Vlahovic: stasera l'attaccante della Fiorentina ha segnato il gol della vittoria per la Serbia in Lussemburgo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli