Voghera: legale ex assessore Adriatici, 'resta a domiciliari, concentrati su incidente probatorio'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 9 ott. (Adnkronos) – "Il mio assistito Massimo Adriatici, nonostante il parere favorevole anche del pm Roberto Valli alla revoca della misura, resta ai domiciliari. Le tempistiche di un appello, ex articolo 310 del codice di procedura penale, non risolverebbero a breve la questione" e per questo "resto concentrato sull'inchiesta e sull'incidente probatorio di lunedì". Lo afferma all'Adnkronos, l'avvocato Gabriele Pipicelli difensore dell'ex assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera che il 21 luglio scorso ha ucciso in strada, con un colpo di pistola, Youns El Boussettanoui di origini marocchine.

La decisione di non revocare i domiciliari (la misura cautelare scade il 20 ottobre) è stata presa dal gip Maria Cristina Lapi, lo stesso giudice che ha fissato per lunedì 11 ottobre – alle 10.45 in tribunale a Pavia – l'incidente probatorio chiesto dalla procura – e alla quale ha aderito anche la difesa dell'indagato – su tre testimoni.

Si tratta di persone presenti quella sera ma "sprovviste di regolare permesso di soggiorno" e che quindi potrebbero rendersi irreperibili, nonostante vivano a Voghera. Da questi atti istruttori, "rilevanti" a dire del gip, si potrebbero "ricavare elementi di prova fondamentali – si legge nella richiesta di incidente probatorio – per la verifica dell'ipotesi accusatoria".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli