Vola la spumantistica italiana. “Spumante365” esempio di capacità imprenditoriale Made in Italy

(Adnkronos) - La spumantistica italiana non conosce crisi. Tutte le ricerche di mercato inquadrano il comparto in costante aumento da anni, come confermano anche gli ultimi dati IRI per Vinitaly (ottobre 2021), che fotografano una crescita rilevante delle bollicine pari al 27%. In altre parole, gli spumanti vendono di più rispetto ai vini fermi, e il consumo di bollicine italiane cresce in rapporto di più rispetto a quelli di altri prodotti stranieri. Basti ricordare che dal 2009 al 2019 il consumo di spumanti italiani è cresciuto del 74%, con un +93% per valore di produzione, +100% volume export, contro un – 14% di importazione di spumanti dall’estero. A testimonianza del valore del settore, grazie alla capacità imprenditoriale tutta italiana di promuovere e organizzare un’impresa economica, insieme alla disponibilità ad affrontarne i rischi, la nascita di punti di riferimento importanti capaci di valorizzare questo significativo patrimonio italiano.

Spumante365, start up innovativa e e-commerce specializzato in spumantistica italiana, fondato appena un anno fa dall’intuizione e dalla passione per le bollicine italiane di Marco Duò, Founder & Ceo, in meno di un anno ha bruciato le tappe di crescita al punto d’avere appena lanciato il secondo round di finanziamento con il successivo obiettivo di internazionalizzazione. “Dopo un po’ di ragionamenti e pensieri ad alta voce, suffragati da numerose ricerche di mercato, abbiamo scoperto non solo che il mercato non era presidiato, ma che le bollicine crescono da anni per valore e volume. Una nicchia molto interessante per possibili investitori”- racconta Marco Duò.

Spumante 365 è oggi riferimento e viaggio culturale dedicato ai wine lover delle bollicine italiane, e-commerce giovane e dal volto umano che coinvolge il 70% di viticoltori medio-piccoli, con una produzione per referenza anche inferiore alle 5mila bottiglie annue. Anche per questo il brand sta stringendo un accordo come “luogo di Affezione” con Fivi, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti: Spumante365 sarà la prima enoteca nativa digitale ad avere questo riconoscimento. “Vogliamo che Spumante365 diventi un punto di riferimento per la cultura delle bollicine italiane, dove anche i piccoli produttori possano essere valorizzati”- continua Marco Duò, che si muove acquistando direttamente dai produttori tutte le referenze: una straordinaria eccezione rispetto ad altri e-commerce, che utilizzano il “conto vendita”, senza assumersi il rischio dell’invenduto. “Preferiamo acquistare in anticipo per rispettare il lavoro del produttore: piccoli loro piccoli noi, nella logica di promuovere vini di assoluta qualità. Anche per questo c’è un’attenta selezione dei prodotti”. “Dietro ogni etichetta c’è amore e passione, puntiamo quindi alla selezione di vini che siano degni di essere assaggiati. Su Spumante365 sono identificati come “chicche”, ossia quei vini che diventeranno famosi, quelli su cui scommettiamo per primi”.

Dal 2012 al 2022 il consumo di spumanti italiani è cresciuto del 90% e l’Italia si conferma il primo produttore di spumante al mondo, con prodotti che crescono sia per valore che in volumi. Spumante365 sfida il mercato e punta al milione di euro di investimenti. L’obiettivo è passare dal fully digital al phygital, con un focus su internazionalizzazione e B2B. Un Made in Italy che fa tanto bene all’Italia. Adnkronos - Vendemmie

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli