Volare in business class, un lusso sognato ancora da 2 italiani su 5

Ssa

Roma, 17 dic. (askanews) - Viaggiare costa, ma le vacanze sono da sempre uno degli sfizi a cui è difficile rinunciare. Pur di partire e staccare la spina, spesso bisogna sapersi adattare a soluzioni più economiche, anche se a tutti piacerebbe almeno una volta nella vita concedersi un soggiorno di lusso con ogni confort e comodità. Un sogno che potrebbe avverarsi grazie a una vincita fortunata e inaspettata, magari alla lotteria di Capodanno, e gli italiani, a cui piace scommettere la fortuna tutto l'anno tra gratta e vinci e superenalotto, in questo periodo sognano ancora più in grande, soprattutto in merito ai viaggi.

Lo dimostra un recente sondaggio del motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it, secondo cui due italiani su cinque, in caso di una bella vincita alla lotteria, si concederebbero subito una bella vacanza lontana viaggiando in business class. Dalle risposte è emerso un altro desiderio interessante che in molti realizzerebbero: passare almeno un anno in giro per il mondo, tra un volo aereo e l'altro.

ll team di Jetcost ha condotto il sondaggio nell'ambito di uno studio più generico sui desideri degli italiani e sulle loro aspettative sulle vacanze; sono state intervistate 1.000 persone di età superiore ai 18 anni che avessero fatto almeno due viaggi negli ultimi 12 mesi. A tutti è stato domandato quale fosse la prima cosa che avrebbero fatto subito dopo aver vinto una somma consistente alla lotteria e queste sono state le risposte più comuni: lasciare il lavoro (55%), comprare una nuova casa (45%), fare un viaggio volando in business class (39%), acquistare un'auto di lusso (36%), prenotare voli per viaggiare un anno per il mondo (30%), avviare un'impresa (24%), comprare qualcosa ai figli (21%), comprare un gioiello (17%), dare un contributo in beneficenza (16%), fare un vacanza superlusso con il partner (12%). Solo il 7% ha risposto di non volersi togliere nessuno sfizio ma di preferire investire tutti i soldi vinti.

In un secondo momento, a tutti gli intervistati è stato chiesto quanto avrebbero dovuto vincere secondo loro per realizzare almeno un sogno e il 57%, a dispetto di ogni previsione, ha risposto che si sarebbe accontentato di 150mila euro, una cifra che gli avrebbe consentito di realizzare un bel desiderio. Il 46%, invece, ha ammesso di voler vincere almeno 1 milione di euro. Infine, un 5% ha dichiarato di preferire vincere al massimo 50mila euro, motivando la scelta con questa affermazione: "Sono felice della mia vita, un po' di soldi in più mi farebbero comodo per realizzare un sogno o un viaggio ma preferisco restare con i piedi per terra e condurre una vita morigerata". Inoltre, la maggior parte di coloro che hanno risposto di voler dare un bel contributo in beneficenza, ha dichiarato di essere benestante; solo pochi di loro (un 6% del 18%), ha affermato di non essere interessato al denaro e di essere felice di aiutare i bisognosi.

Un portavoce di Jetcost ha dichiarato: "E' interessante notare come dal sondaggio sia emerso che molti italiani mettano ai primi posti nella classifica dei loro sogni da realizzare un viaggio: una lunga vacanza in giro per il mondo o un volo in business class che senza una vincita alla lotteria è un'esperienza costosa e non alla portata di tutti. Der resto, viaggiare è da sempre sinonimo di sognare e vivere avventure in posti lontani per fuggire dalla quotidianità, quindi non stupisce più di tanto la scelta di voler subito partire avendo a disposizione un po' di soldi, ancora prima di affrontare spese più importanti per sistemarsi e vivere in modo più sereno. Fa piacere, inoltre, che ci siano ancora persone poco materiali e più interessate ad aiutare il prossimo piuttosto che a togliersi qualche capriccio avendone le possibilità".