Volevano farsi un selfie ma cadono nel fiume Orta, muoiono marito e moglie a Pescara

Probabilmente volevano farsi un selfie ma sono scivolati nel fiume alle loro spalle, perdendo la vita.

Prima cade la moglie, lui cerca di salvarla e finisce nel fiume Orta. Moglie e marito, residenti a Scerni (Chieti), muoiono nel pomeriggio del primo maggio, cadendo nelle acque del fiume Orta, a Caramanico Terme, in località San Tommaso, in provincia di Pescara. Alcuni testimoni hanno lanciato l’allarme, erano circa le 17, quando hanno visto scivolare la coppia.

Probabilmente volevano farsi un selfie ma sono scivolati nel fiume alle loro spalle, perdendo la vita. Nel pomeriggio di lunedì primo maggio la coppia di coniugi, Giuseppe Pirocchi e Silvia D’Ercole, sono caduti nelle acque del fiume. Silvia era un’infermiera di 32 anni, insieme a Giuseppe, stessa età, era in gita con i figli di 5 e 8 anni, oltre ad un gruppo do amici sulla Valle d’Orta. I due si stavano scattando un selfie quando la donne è scivolata finendo nel fiume. Il marito ha cercato di salvarla, ma nel tentativo è finito anche lui tra le acque senza riuscire più a riemergere.

Sul posto sono arrivati i vigili del Fuoco di Pescara, i sanitari del 118 di Pescara e L’Aquila, i carabinieri e gli operatori del corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico (Cnsas), ma i tentativi di salvarli si sono rivelati vani. “La nostra rete sentieristica ospita migliaia di visitatori all’anno”, ha commentato il sindaco di Caramanico Terme, Simone Angelucci. “Ma quando si va al di fuori dei sentieri, i rischi aumentano”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità