Volo United in overbooking, passeggero trascinato fuori dall'aereo: le immagini shock

Scene da incubo, folli, sul volo 3411 della United all’O’Hare International Airport di Chicago. Scene riprese dagli smartphone dei passeggeri che poi le hanno postate sui social network, creando scalpore e gettando la United in uno scandalo vero e proprio. E che rischia di far cambiare le regole sulle prenotazioni aeree.

Siamo, come detto, a Chicago, dove sta per decollare il volo che da Chicago porterà a Louisville. L’aereo è pieno, ma servono quattro posti per degli assistenti di volo che devono arrivare a Louisville per prendere servizio su un altro volo. Gli steward e le hostess chiedono ai passeggeri se vi sono quattro volontari pronti a rinunciare al volo in cambio di un rimborso extra (la United parla di 1000 dollari offerti a chi avesse rinunciato al volo, ndr.), ma nessuno vuole cedere il suo legittimo posto. “Era domenica sera e non c’erano voli fino al pomeriggio successivo” ha spiegato uno dei passeggeri.

In base alle regole vigenti negli USA, a quel punto i dipendenti della United si accingono a far scendere dall’aereo quattro passeggeri su base obbligatoria e non volontaria. Per decide chi deve lasciare il volo vengono prese in considerazione diverse variabili, dai possibili voli alternativi, ai cambi previsti e al tempo che i passeggeri perderanno cambiando volo.

In base a queste variabili vengono scelti i quattro passeggeri. Uno di loro, però, si rifiuta di cedere il suo posto e oppone resistenza agli steward e, qui, si vivono le scene incredibili di cui parlavamo. I dipendenti, di fronte al rifiuto, e basandosi sulle regole del Dipartimento dei Trasporti USA, chiamano le forze dell’ordine, chiedendo che l’uomo venga portato fuori a forza.

Il passeggero, quindi, viene afferrato per le braccia dalle forze dell’ordine che lo trascinano di peso fuori dall’aereo, trascinandolo sul pavimento dell’aeroplano. Il tutto mentre gli altri passeggeri protestano, alcuni bambini piangono e gli adulti filmano tutto. L’uomo, un dottore, protesta vivacemente, sottolineando di essere stato scelto solo perché di origine cinese.

Una scena che rischia di far cambiare velocemente le regole sulle prenotazioni fissate dal Dipartimento dei Trasporti americano. Secondo il Dipartimento, infatti, le Compagnie aeree hanno diritto all’overbooking, cioè ad accettare più prenotazioni dei posti disponibili, in vista di possibili rinunce all’ultimo. E hanno il diritto a negare il volo in caso di overbooking scegliendo chi deve abbandonare l’aereo, basandosi sull’orario del check-in, o sul prezzo del biglietto. Una politica che, però, dopo i video pubblicati rischia di cambiare.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità