Volvo, stabilimento Daqing alimentato elettricita' neutra 100%

Redazione
·3 minuto per la lettura

L'impianto di produzione di Volvo Cars situato a Daqing, in Cina, e' ora alimentato da elettricita' neutra per il clima al 100%, come gia' l'altro grande stabilimento cinese della Casa automobilistica nella citta' di Chengdu, che ha realizzato lo stesso obiettivo l'anno scorso. Con l'aggiunta di Daqing, la rete di produzione globale di Volvo Cars e' ora alimentata per quasi il 90% da elettricita' neutra per il clima e questo costituisce un passo importante verso l'obiettivo della Casa di azzerare l'impatto sul clima delle sue operazioni di produzione entro il 2025. Prossimamente, l'impianto di Daqing, nella provincia di Heilongjiang, sara' alimentato da elettricita' generata da biomassa (83%) ed energia eolica (17%), che si stima ridurra' le emissioni annue di CO2 dello stabilimento di circa 34.000 tonnellate. Piu' specificamente, le centrali a biomassa che alimentano il sito di Daqing impiegano residui agricoli e boschivi di provenienza locale e sostenibile.

"Per noi di Volvo Cars, la sostenibilita' e' importante tanto quanto la sicurezza", ha spiegato Javier Varela, senior Vice President per le attivita' industriali e la qualita'. "Per raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi climatici, e' fondamentale gestire le emissioni della nostra rete di produzione e sono molto lieto che Daqing sia ora alimentata da elettricita' neutra al 100% per il clima". Oltre a questo risultato, Volvo Cars ha fatto altri passi avanti nella riduzione delle emissioni nei suoi stabilimenti in Cina. Negli ultimi mesi si e' tenuta in stretto contatto con i suoi fornitori locali, incoraggiandoli a seguire l'esempio e a passare a un'energia climaticamente neutra al 100%. La reazione finora e' stata molto positiva.

Per realizzare il suo obiettivo di una produzione neutrale dal punto di vista climatico entro il 2025, Volvo Cars ha necessita' di accedere a elettricita' e riscaldamento a impatto zero sul clima. A questo scopo, Volvo Cars deve trovare partner locali a livello di governo e di imprese che sostengano lo sviluppo di alternative sostenibili.

"Possiamo raggiungere i nostri obiettivi di intervento a favore del clima solo lavorando insieme ai nostri fornitori", ha aggiunto Javier Varela. "Siamo incoraggiati dal sostegno che abbiamo ricevuto finora in Cina e puntiamo ad essere un punto di riferimento in materia di sostenibilita' per la sua industria manifatturiera". L'obiettivo di produzione neutrale per il clima di Volvo Cars rientra nel piano per il clima della Casa automobilistica, che e' uno dei piu' ambiziosi nell'intero settore. Il fulcro del piano e' rappresentato dall'ambizione di Volvo Cars di diventare entro il 2030 un produttore di auto con una gamma di sole vetture con trazione elettrica al 100%.

Ma il piano va oltre il contenimento delle emissioni allo scarico attraverso l'elettrificazione totale e cerca di contrastare le emissioni di carbonio anche attraverso un piu' ampio intervento sulle attivita' operative complessive e sulla catena di fornitura e attraverso il riciclaggio e il riutilizzo dei materiali. A breve termine, questi e altri interventi puntano a ridurre l'impronta di carbonio del ciclo di vita di ogni auto del 40% tra il 2018 e il 2025. Entro il 2040, Volvo Cars intende trasformarsi in un'azienda a impatto neutro dal punto di vista climatico.

(ITALPRESS).

tvi/com