Volvo Trucks: ricavi I trim. +3%, pesa incognita chip

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Volvo Trucks ha chiuso il primo trimestre con ricavi in aumento del 3% a 94 mld di corone svedesi, ma ha messo in guardia dai rischi legati a valute e materie prime e alla mancanza di chip, che sta avendo un "impatto sulla produzione", con probabili ricadute negative anche sul secondo trimestre.

"Il primo trimestre 2021 è stato caratterizzato dall'interesse dei nostri clienti per prodotti e servizi con una forte crescita degli ordini. Un trend che sta proseguendo", ha detto Martin Lundstedt presidente e Ceo di Volvo Trucks.

L'utile operativo adjusted è stato pari a 11,8 mld di corone pari a un margine del 12,6%, rispetto a 7,1 mld del 2020 (margine del 7,8%). Il flusso di cassa operativo delle attività industriali si è attestato a 5,7 miliardi di corone, rispetto a una perdita di -4,1 mld del 2020, il ritorno sul capitale impiegato (Roce) è stato pari al 17,1%, rispetto al 23,9% di un anno fa. L'utile per azione è stato di 4,35 corone (2,3 nel 2020).

A livello industriale nel corso del trimestre, Volvo Trucks ha completato la creazione della jv con Daimler Truck cellcentric per lo sviluppo di celle a combustibile, mentre il primo aprile è stata completata la cessione a Isuzu di UD Trucks, nell'ambito dell'alleanza strategica fra i due gruppi.