Von der Leyen al parlamento macedone: 'Vi vogliamo in Europa' ma la platea è divisa

Von der Leyen al parlamento macedone: 'Vi vogliamo in Europa' ma la platea è divisa

La presidente della commissione europea Ursula von der Leyen è a Skopje per perorare la proposta francese che aprirà la strada ai colloqui di adesione nel massimo rispetto dell'identità nazionale dell Macedonia del nord.

L'accoglienza non è stata calorosa. I manifestanti in strada parlano di 'svendita' ma fischi e grida echeggiano anche tra le mura del parlamento.

"Modificare la vostra Costituzione per far progredire ulteriormente i diritti fondamentali rafforzerà il vostro impegno verso questi valori e poi questo completerà automaticamente la fase di apertura dei negoziati. Si attiverà un'altra conferenza intergovernativa senza ulteriori decisioni".

La proposta**, annunciata dal presidente francese** Emmanuel Macron prevede che la Macedonia settentrionale modifichi la costituzione per proteggere i diritti delle minoranze , come richiesto dalla Bulgaria, Ma per l'opposizione che l'accordo mette in discussione la storia, la lingua, l'identità, la cultura della Macedonia del nord

Il dibattito parlamentare dovrebbe durare almeno due giorni prima di approdare al voto che richiede una maggioranza di due terzi (80 preferenze).

La Bulgaria nei giorni scorsi aveva accettato di togliere il veto all'avvio del negoziato di adesione della Macedonia delNord alla Ue.

"La Macedonia del Nord è un partner vero e affidabile. Il popolo macedone ha dimostrato il suo impegno nei confronti dei valori dell'Ue" e "merita di vedere il proprio paese avanzare nel percorso dell'adesione

- scrive von der Leyen - Il passo avanti decisivo spetta ora alla Macedonia del Nord".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli