Von der Leyen alla Cattolica: “L’Italia cresce come non mai, sprint migliore da inizio secolo”

·3 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

“Dal dicembre 1921 la Cattolica ha formato generazioni di leader italiani. La generazione del dopo-guerra, che ha scritto la costituzione italiana e ha ricostruito il Paese. E poi la successiva generazione di leader - figure che hanno reso l’Italia una potenza industriale e una democrazia forte al cuore del progetto europeo. La generazione del dopo-guerra, che ha scritto la costituzione italiana e ha ricostruito il Paese. E poi la successiva generazione di leader - figure che hanno reso l’Italia una potenza industriale e una democrazia forte al cuore del progetto europeo. Tra di loro c’è anche un mio predecessore alla presidenza della Commissione europea, Romano Prodi - che oggi è qui con noi”, ha detto von der Leyen. “Professore, quale onore, grazie di essere qui”, ha aggiunto rivolgendosi a Prodi la presidente della Commissione Ue nella sua prolusione all’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università Cattolica di Milano.
“E ora una nuova generazione di leader si sta formando tra queste mura. E’ la generazione che darà forma all’Italia del dopo-pandemia. Quella generazione siete voi, studenti e studentesse che mi ascoltate oggi”, ha aggiunto Von der Leyen, “tra non molti anni sarete giovani professionisti e professioniste con idee ed energie nuove. Il futuro è nelle vostre mani. Il futuro è della prossima generazione di europei”.

Elogi all’Italia, “l’economia italiana sta crescendo più in fretta che in qualunque altro momento dall’inizio di questo secolo”. E l’esortazione ai giovani. “Il futuro dell’Europa è in buone mani. Ora però voglio che l’Europa vi ripaghi di tutto il vostro impegno. Credo che l’Europa debba lavorare innanzitutto per la prossima generazione. Voglio un’Europa al servizio dei giovani”, ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, pronunciando l’ultima frase in italiano.

“Perché, diciamocelo chiaramente - ha proseguito von der Leyen -. La generazione prima della vostra, quella dei millennial, è approdata al mercato del lavoro in piena crisi finanziaria. Per molti di loro ci sono voluti anni, prima che riuscissero a trovare lavoro. Negli ultimi anni la situazione ha iniziato a migliorare. Ma nonostante questo, in Italia un giovane su quattro non studia né lavora. Allora è ovvio che molti di voi mettano in discussione l’economia e il mondo che state ereditando da noi, perché troppo spesso non corrispondono alle vostre aspirazioni. Voi giovani europei di oggi non aspirate soltanto a un buon lavoro pagato bene. Volete anche lavorare per imprese etiche, che si assumano la responsabilità del pianeta e degli altri. Esigete condizioni di lavoro eque, e la possibilità di costruire una famiglia. Ed avete assolutamente ragione. Non vi meritate niente di meno. Perché in gioco c’è il vostro futuro”.

“Dall’inizio della pandemia i giovani sono stati un esempio per tutti”. ha aggiunto.
“Qui in Italia oltre l′80 % dei ragazzi della vostra età è completamente vaccinato, una percentuale più elevata rispetto alle persone con qualche anno in più di voi”, ha detto ancora Von der Leyen, “non siete solo la prima generazione di nativi digitali, la generazione più interconnessa e meglio istruita della nostra storia. State anche dimostrando un forte senso di responsabilità nei confronti del pianeta e delle persone che vi circondano”. “In questi due anni abbiamo imparato moltissimo dai giovani europei. E per questo vorrei dirvi, semplicemente: grazie. Grazie per il vostro esempio. Grazie perché ci spingete a puntare più in alto. Il futuro dell’Europa è in buone mani”, ha aggiunto Von Der Leyen.

Standing ovation per la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del suo intervento che ha concluso dicendo “Viva l’Europa”. Fra i presenti in sala, fra gli altri, Mario Monti, Mariastella Gelmini e il rettore Franco Anelli, che ha accolto il discorso di Von der Leyen: “Ne avevamo bisogno”, ha detto.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli