Von der Leyen: i Balcani occidentali appartengono all’Ue

·1 minuto per la lettura
featured 1523125
featured 1523125

Roma, 6 ott. (askanews) – I capi di Stato e di governo dell’Ue si incontrano al Castello di Brdo, in Slovenia, paese che detiene attualmente la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea. Sul tavolo delle discussioni dei 27 lo stanziamento di miliardi di euro in aiuti economici ai vicini dei Balcani occidentali.

Nelle immagini gli arrivi dei leader, tra cui la cancelliera Angela Merkel, il presidente francese Emmanuel Macron, il premier dell’Albania Edi Rama seguito dal collega olandese Mark Rutte, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen:

“Vogliamo mandare un messaggio molto chiaro e questo messaggio è che i Balcani occidentali appartengono all’Unione europea, li vogliamo nell’Unione europea, siamo un’unica famiglia europea. Condividiamo la stessa storia, condividiamo gli stessi valori e sono profondamente convinta che condividiamo anche lo stesso destino”.

Il primo ministro dell’Ungheria, Viktor Orban, da parte sua ha insistito sulla sua linea anti-Ue, attaccando la Commissione:

IN. 1.23

out: 1.34

“L’Ue deve cambiare le sue politiche perché in parte, almeno in parte, il motivo per cui i prezzi sono aumentati è colpa della Commissione. Dobbiamo cambiare alcuni regolamenti, altrimenti tutti soffriranno.

Il problema per l’Ungheria è la nuova regolamentazione del Green Deal, che è una tassazione indiretta per i proprietari di appartamenti, i proprietari di case e i proprietari di auto, il che non è accettabile”.

Per l’Italia partecipa il presidente del Consiglio Mario Draghi, che a margine ha programmato anche un bilaterale con Macron per parlare di Libia, vaccini e i dossier al centro del prossimo G20.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli