Von der Leyen cerca soluzione a mancata nomina commissario Gb -2

Loc

Bruxelles, 14 nov. (askanews) - Comunque, ha aggiunto la portavoce, "è molto importante dire anche che il Regno Unito riconosce in questa lettera i propri obblighi di Stato membro, e che non vuole ritardare la formazione della nuova Commissione; ed esprime il desiderio di cooperare per assicurare che si possa costituire la Commissione il più presto possibile".

"Stiamo analizzando in modo dettagliato la posizione del Regno Unito e stiamo riflettendo sui prossimi passi da intraprendere. L'obiettivo della presidente eletta è di insediarsi il primo dicembre 2019, e sta lavorando con le altre istituzioni europee per questo", ha aggiunto Spinant. E ha sottolineato: "Abbiamo avuto solo poche ore per valutare la risposta del Regno Unito. Siamo in una situazione molto complessa ed eccezionale".

"Tutte le opzioni sono in discussione in questo momento", e si sta "esplorando la situazione giuridica" per vedere "come possiamo, sulla base della posizione del Regno Unito, conseguire la formazione della Commissione" e "rendere possibili tutti i passi istituzionali che conducano al suo insediamento il primo dicembre", ha concluso la portavoce.