Voto per prossimo premier, probabile testa-a-testa Kono-Kishida

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 set. (askanews) - Il prossimo primo ministro del Giappone - il 100mo della sua storia - verrà deciso nelle elezioni per la leadership del Partito liberaldemocratico (Ldp) di domani e sarà necessario probabilmente un ballottaggio tra il ministro della Riforma e zar della campagna vaccinale Taro Kono e l'ex ministro degli Esteri Fumio Kishida. A segnalaro è l'ultimo sondaggio diffuso dall'agenzia di stampa Kyodo.

I candidati in ballo nelle elezioni per la leadership del Partito liberaldemocratico, la formazione di maggioranza che tradizionalmente esprime il premier, sono quattro: oltre a Kono e Kishida, l'ex ministra dell'interno Sanae Takaichi e l'esperta dirigente Seiko Noda. Ma per le ultime due non sembrano esservi i numeri in elettorato composto da parlamentari del partito e dai quadri dirigenti: in tutto 764 voti divisi a metà.

Non c'è il primo ministro Yoshihide Suga, che ha deciso di non candidarsi dopo aver in un primo momento annunciato la volontà di concorrere di nuovo alla leadership. Proprio oggi Suga ha annunciato formalmente la fine dello stato d'emergenza Covid-19 a Tokyo e in altre 18 prefetture nipponiche fissata per dopodomani.

Secondo il sondaggio realizzato dalla Kyodo, Kono - che le rilevazioni fatte su una platea di elettori comuni davano in vantaggio - dovrebbe risultare in testa al primo voto, ma non è affatto certo di vincere al ballottaggio con Kishida, anzi leggermente favorito.

Kono, secondo il sondaggio, dovrebbe ottenere in tutto circa 300 voti, Kishida 230, Takaichi 170 e Noda circa 35. Il punto di forza di Kono sono i quadri dirigenti del partito, ma quello di debolezza sono i parlamentari, i quali vedono con una certa preoccupazione un leader capace di esprimere posizioni piuttosto indipendenti dagli equilibri di fazione, su temi come per esempio quello del nucleare.

La scelta di eleggere Kono sarebbe, per il Partito liberaldemocratico, la più efficiente da un punto di vista elettorale: a novembre si terranno elezioni politiche e questi è ben più popolare dei suoi concorrenti. Tuttavia un'opzione che guardi più agli equilibri interni di potere al partito, farebbe propendere la bilancia del partito verso Kishida.

Al ballottaggio Kono è considerato sfavorito dalla Kyodo perché i sostenitori di Takaichi - tra i quali c'è l'ex primo ministro Shinzo Abe - probabilmente convergeranno su Kishida in modo da sbarrargli la strada.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli