Voto, Salvini: risultato non cambierà gerarchie nel centrodestra

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 set. (askanews) - Alle elezioni comunali del 3 e 4 ottobre non c'è in gioco la Lega e il risultato non cambierà le gerarchie nel centrodestra. Lo ha affermato Matteo Salvini a margine di un incontro con gli abitanti del quartiere San Siro a Milano.

A chi gli ha chiesto se qual è la posta in gioco per la Lega alle Comunali, Salvini ha replicato: "Non c'è la Lega in gioco, ma le città in cui si vota. io ho una certezza: che da settimana prossima avremo più sindaci rispetto a quanti ne abbiamo oggi. Nelle elezioni amministrative chi vince e chi perde lo si giudica contando i sindaci che uno aveva prima e quanti ne ha dopo. Banale ma lapalissiano". Alla domanda se il risultato potrebbe cambiare le gerarchie del centrodestra, Salvini si è limitato a replicare con un secco: "No".

"Aspettiamo lunedì 4 ottobre e i ballottaggi - ha aggiunto il leader leghista - Spero di portare a casa già al primo turno alcuni sindaci che adesso sono in mano alla sinistra, come Varese, e alcune città che non sono state mai governate dalla Lega, come Torino. Come milanese è quello di avere un ottimo risultato come Lega e centrodestra al primo turno e poi i milanesi decideranno al ballottaggio tra Bernardo e Sala".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli