Vulcano Canarie, eruzione da un mese: 2mila edifici distrutti

·1 minuto per la lettura

E' da un mese che il nuovo vulcano sorto nel complesso del Cumbre Vieja, nel sud dell'isola di La Palma alle Canarie, sta eruttando. Con oltre 80 milioni di metri cubi di lava ha già spezzato via circa duemila edifici, 1.956 per l'esattezza, e coperto 763 ettari di terreno, ma fortunatamente non ha causato vittime. Sono dati di Copernicus, il programma di osservazione della Terra dell'Unione Europea.

La lingua di lava che fino ad ora era la più attiva, e che dista circa 160 metri dal mare, ha rallentato la sua avanzata, viaggiando a soli due metri all'ora. Il presidente del Cabildo de La Palma, Mariano Zapata, ha spiegato oggi che la colata lavica sta attraversando il quartiere di La Laguna e potrebbe raggiungere il mare oggi.

Il direttore generale della Guardia Civil, María Gámez, si recherà oggi a La Palma per valutare la situazione, incontrare gli agenti in zona incaricati di coordinare le operazioni di sicurezza. Il ministro degli Interni, Fernando Grande-Marlaska, durante una sua visita sull'isola ha annunciato che lunedì saranno trasferiti al governo delle Canarie 10,5 milioni di euro per cofinanziare il trasferimento delle persone colpite dal vulcano La Palma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli