**Vulcano: parroco, 'Non abbiamo paura ma c'è apprensione', mercoledì veglia preghiera** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – E ricorda che la vita parrocchiale "prosegue regolarmente". "Ieri ho celebrato messa e ho fatto anche un 50esimo di matrimonio". "Ora bisogna prendere le misure e dopo di che vedere e dire alla gente come comportarsi, c'è una grande collaborazione, comunque". Alla domanda se i cittadini siano preoccupati, don Lio replica: "Guardi, l'ultima esplosione risale al 1883, e poi lo Stromboli insegna che che se le cose non sono gravissime, dovremmo tornare alla normalità. Certo, le preoccupazioni ci sono, ma la paura nasce con l'uomo e muore con l'uomo". Poi spiega: "Nelle giornate di scirocco, quando il fumo scende dal vulcano, si sente la puzza dello zolfo, io però non sono rimasto una giornata intera nello stesso posto, si parla di difficoltà di respirazione, perché c'è l'anidride carbonica".

E aggiunge: "L'apprensione è logica ed è anche normale, il vulcano fa parte dell'isola e ogni suo piccolo sussulto ci mette in ambasce, ma supereremo anche questa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli