Wall Street chiude in rosso, forti vendite sulle materie prime

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,6%, l' S&P 500 lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,4%.
Su Wall Street  hanno pesato i nuovi timori relativi alla crisi in Europa. Alexis Tsipras, leader della formazione di sinistra Syriza, incaricato di formare un governo, ha dichiarato che gli impegni sottoscritti dalla Grecia per ricevere gli aiuti internazionali sono nulli dopo l'esito delle elezioni di domenica. La situazione delle banche spagnole sembra inoltre aggravarsi di giorno in giorno. Secondo delle voci di stampa il Governo spagnolo potrebbe nazionalizzare Bankia per salvarla dal collasso.
Tra i bancari Bank of America ha perso il 2,1%, J.P. Morgan Chase & Co. l'1% e Citigroup l'1,1%.
McDonald's ha perso il 2,1%. Il colosso del fast-food ha aumentato lo scorso mese le sue vendite meno di quanto atteso dagli analisti.
Nel settore minerario Barrick Gold ha perso il 3,2%, Freeport McMoRan il 2,1%, Newmont Mining il 3% e Coeur d'Alene il 2,9%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso del 2,1%, quello dell' argento del 2,2% e quello del rame dell'1,5%.
Tra i petroliferi Exxon Mobil ha perso lo 0,5% e Chevron lo 0,5%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York per la quinta seduta di fila in calo.
Electronic Arts ha perso il 4,3%. Il leader del settore dei videogiochi si attende per il corrente trimestre una perdita di almeno $0,40 per azione. Gli analisti avevano atteso una perdita di $0,33 per azione.
Cognizant Technology Solutions ha guadagnato il 7,1%. Robert W. Baird ha alzato il suo rating sul titolo del fornitore di consulenza e servizi per l'information technology da "Neutral" ad "Outperform".
Fossil ha perso il 37,6%. Il produttore di orologi e accessori di moda ha aumentato nel primo trimestre i ricavi meno di quanto atteso dagli analisti e tagliato le stime sul suo utile per l'intero esercizio.
Wynn Resorts ha perso il 4,8%. Il gigante dei casinò ha generato lo scorso trimestre, escluse le voci straordinarie, un utile di $1,33 per azione. Il consensus era di $1,41 per azione.
Dendreon ha chiuso in ribasso del 25,2%. L'impresa biotech ha registrato lo scorso trimestre una perdita superiore alle previsioni degli analisti.

Ricerca

Le notizie del giorno