Walter Ricciardi propone sanzioni per chi non si vaccina

·1 minuto per la lettura
ricciardi multa no vax
ricciardi multa no vax

Walter Ricciardi, consulente presso il ministero della Salute, si è espresso favorevole a sanzione e multa per tutti coloro che decidono di non vaccinarsi.

Walter Ricciardi, sì alla multa per i no vax

«Si parte da una base di 600 euro e nel momento in cui il soggetto non risolve la propria situazione arriva fino a 3.600 euro. La sanzione non deve essere una tantum, ma deve essere ripetuta finché non si sana la propria condizione».

Queste le parole del consulente del ministro Speranza, Walter Ricciardi, quando gli è stato chiesto quale sarebbe stata – a detta sua – la sanzione corretta per chi si rifiuta di vaccinarsi.

Walter ricciardi e la multa ai no vax: l’esempio della Grecia

Proseguendo nel polemico discorso, Ricciardi ha preso come esempio anche il caso della Grecia, che da inizio 2022 hanno iniziato a multare tutti gli over 60 non vaccinati:

«Il governo greco, con un minore potere d’acquisto, ha imposto la sanzione di 100 euro al mese fino a quando il soggetto non si vaccina. Questi sono due esempi (l’Austria e la Grecia, ndr) che potrebbero essere presi di ispirazione».

Walter ricciardi e la multa ai no vax: il caso della Gran Bretagna

Sul modello Gran Bretagna, invece, si basa lo stop alle chiusure. Di ispirazione britannica anche la “scommessa” incentrata tutta sulla vaccinazione. A riguardo, Ricciardi è stato molto chiaro: l’Italia farebbe bene a non seguire quell’esempio.

«I miei colleghi, quelli seri in Gran Bretagna, sono sempre stati critici nei confronti di un governo che ha sbagliato tutto fin dall’inizio. Sono scettici che la situazione volga verso l’immunità di gregge, che probabilmente con questo virus è impossibile da avere».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli