Wanbao, Donazzan: governo difenda lavoratori e stabilimento di Mel

Fdm

Venezia, 4 dic. (askanews) - "Comprendo perfettamente il disagio e la preoccupazione dei nostri lavoratori di Acc Wanbao e insieme a loro intendo nuovamente richiamare agli impegni la multinazionale cinese, che appare oggi come la vera colpevole di un depauperamento che potrebbe portare alla chiusura definitiva dello storico stabilimento di compressori", dichiara l'assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan, in merito allo sciopero di otto ore proclamato per il 10 dicembre dalle sigle sindacali del settore metalmeccanico della provincia di Belluno. "Se avessimo compreso che le reali intenzioni di Wanbao erano quelle di acquistare per chiudere e per togliere dal mercato un competitore importante - aggiunge Donazzan - nel 2014 non avremmo venduto. Le gravi responsabilità devono essere fatte valere dal governo italiano, che ha diverse relazioni con la Repubblica Popolare Cinese: spetta ora al governo difendere le ragioni di Mel e di un intero settore, quello dell'elettrodomestico di qualità, sul quale l'Italia ha molto da dire".