Wanda Nara e il tradimento: "Ecco perché ho perdonato Icardi"

·1 minuto per la lettura
Wanda Nara
Wanda Nara

Wanda Nara ha risposto ad alcune domande dei fan e ha svelato perché avrebbe perdonato suo marito, Mauro Icardi, dopo il tradimento con Eugenia Suarez.

Wanda Nara: il tradimento

Wanda Nara ha risposto ad alcune domande dei fan sui social e ha spiegato perché avrebbe perdonato suo marito Mauro Icardi dopo il tradimento con la top model Eugenia Suarez (risalente ai mesi scorsi).“Perché se non succede non esiste e se te lo dicono è perché c’è stato un pentimento. Credo nel perdono e nel pentimento. Odio l’orgoglio, le bugie e l’invidia. Non si dovrebbe distruggere una famiglia per queste cose. L’amore di una famiglia è più grande di alcune cose, ci sono sempre persone malintenzionate. Tutto succede per un motivo. E perché ognuno è libero di fare ciò che vuole della propria vita. Se siamo dove siamo, è perché ognuno di noi lo desidera” ha dichiarato la showgirl e manager del calciatore, che oggi sembra aver ritrovato la serenità accanto a suo marito.

Wanda Nara: il clamore sui social

Wanda Nara ha spiattellatto l’intera vicenda del tradimento sui social affermando di essere intenzionata a togliersi la fede e a ricominciare una vita da single. A seguire la showgirl ha cambiato idea e, a quanto pare, ha accettato le scuse da parte di suo marito.

Wanda Nara e Eugenia Suarez

Stando a indiscrezioni la showgirl avrebbe parlato telefonicamente con Eugenia Suarez, la modella con cui suo marito si sarebbe incontrato in un hotel di Parigi. La stessa Eugenia, a seguito della vicenda, aveva tuonato contro la coppia affermando: “Non ho iniziato, incoraggiato o causato io questa situazione. Ho sempre creduto che fossero separati”, e ancora: “Il costo di sostenere l’immagine di una famiglia felice lo sto pagando solo io, non l’uomo che è stato irrazionale o ha fatto un errore”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli