Washington Post: "Raffaella Carrà, una star che celebrò l'emancipazione sessuale femminile"

·1 minuto per la lettura
Raffaella Carrà (Photo: Wp)
Raffaella Carrà (Photo: Wp)

Raffaella Carrà, “superstar” in Italia, Spagna e America latina, dove “ha stuzzicato e qualche volta scandalizzato ” con spettacoli che “celebravano l’empowerement sessuale” delle donne. Il Washington Post dedica oggi un lungo ritratto alla “regina della tv italiana”, senza dimenticare la sua intervista televisiva a Henry Kissinger.

“Fenomeno” in Italia e “oggetto di fascinazione” nella Spagna post franchista, Carrà “incarnava l’idea che le donne meritano di prendere il controllo della loro sessualità”, scrive il giornale, ricordando il “caschetto biondo e la voce sensuale” di Raffaella. Ma allo stesso tempo, la Carrà si rivolgeva al grande pubblico, le casalinghe e, dopo aver rivoluzionato il modo di intrattenere il pubblico, era diventata una tradizione, nota il Washington Post, citando i tanti omaggi dei media italiani.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli