Weekend nero sulle strade d'Europa. In Francia oltre 800 km di code

Weekend nero sulle strade d'Europa. In Francia oltre 800 km di code

Il tanto temuto sabato nero sulle strade d'Europa è arrivato. I francesi lo chiamano "chassé-croisé" ed è quel weekend nel quale i vacanzieri di luglio (o juillettistes, come li definiscono oltralpe) si incrociano, appunto, con quelli di agosto (i cosiddetti aoûtiens), congestionando strade e autostrade. Solo nella mattinata di quest'ultimo sabato di luglio, si sono formati poco meno di 900 chilometri di coda. L'asse più intasato è come sempre quello che dal nord dell'esagono porta al Mediterraneo.

Oltre 20 chilometri di coda si sono formati invece alle 8 del mattino al portale nord della galleria autostradale del San Gottardo, in Svizzera. Gli automobilisti hanno impiegato anche tre ore per passare il tunnel che collega il canton Uri con il Ticino.

Stazioni prese d'assalto

Nelle stazioni ferroviarie la situazione non è decisamente meglio. Venerdì in Francia è stato registrato il giorno più trafficato del'anno, con circa 400.000 passeggeri che hanno viaggiato sulle linee principali della compagnia nazionale transalpina, SNCF. Le prenotazioni di treni per l'estate sono già il 10% in più rispetto al livello record del 2019, prima della pandemia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli