"Weinstein mi guardava mentre facevo la doccia" (Salma Hayek)

Adx/Int2

Roma, 14 dic. (askanews) - Anche Salma Hayek ha accusato ieri di molestie sessuali Harvey Weinstein. L'attrice ha raccontato al New York Times quando il produttore americano l'ha molesata più volte, minacciandola anche di morte e di avere subito pressioni perché si facesse filmare in scene di sesso durante la lavorazione di "Frida" nel 2002.

"Per anni, è stato il mio mostro", ha denunciato. "Era un appassionato di cinema, un padre amorevole e un mostro", ha raccontato Salma Hayek nell'editoriale sul New York Times, parlando di Weinstein. Aggiungendo: "Non faceva per me fare la doccia con lui, o lasciare che guardasse mentre io facevo la doccia, oppure permettergli di farmi un massaggio o praticarmi sesso orale". L'attrice ha raccontato: "Per lui non ero un'artista, non ero nemmeno una persona. Ero una cosa, 'un corpo'".

Ha svelato che il produttore tentava a tratti di persuaderla con "parole dolci", altre volte con minacce come: "Ti ucciderò, non credere che non sia capace di farlo". Le molestie si sono interrotte quando le riprese del film "Frida" sono iniziate, anche se sono continuate le richieste: "Mi avrebbe permesso di finire il film se accettavo di girare una scena di sesso con un'altra donna, e ha chiesto nudità frontale completa".

Hayek ha ceduto alla richiesta, ma ha raccontato che ha fatto molta fatica a filmare la scena: "Ho iniziato a tremare e a piangere. Non perché ero nuda con un'altra donna, ma perché ero nuda con lei per Harvey Weinstein...". L'attrice messicana ha spiegato: "Mi sono nascosta dalla responsabilità di parlare con la scusa che numerose donne avevano già fatto luce sul mio mostro", "non pensavo di fare la differenza. Stiamo finalmente diventando consapevoli di un vizio che è stato socialmente accettato e ha insultato e umiliato milioni di ragazze come me", continua, "sono ispirata da chi ha avuto il coraggio di parlare, soprattutto in una società che ha eletto un presidente che è stato accusato di molestie sessuali (...) da più di dieci donne e da cui tutti abbiamo sentito dire che un uomo potente può fare ciò che vuole alle donne. Beh, non più".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità