Welfare: Ebiten, ultima tappa del progetto Ialf a Taranto

(Adnkronos) - Dopo Bari, Lecce e Foggia, l’ente bilaterale Ebiten istituito da Sistema Impresa, Confsal, Fesica e Fisals è pronto a presentare a Taranto il progetto ‘In Armonia Lavoro e Famiglia - Ialf’ sostenuto finanziariamente da Regione Puglia. Un’iniziativa nata per diffondere nelle aziende del territorio le buone prassi in materia di flessibilità organizzativa, welfare aziendale e pari opportunità. Il progetto ha la finalità di estendere anche nel bacino locale delle Pmi i contenuti del bando regionale dal titolo ‘Misure di promozione del welfare aziendale e di nuove forme di organizzazione del lavoro family friendly’, che vuole promuovere i temi della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

L’evento si svolgerà giovedì 22 settembre, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, presso la sala conferenze della Camera di commercio di Taranto. Si tratta dell’ultima tappa di un percorso che ha visto Ebiten attivare due sportelli per informare al meglio le imprese pugliesi sulle opportunità del bando regionale: a Lecce in piazzale Sondrio 10 e a Bari in via Napoli 329/E. All’evento parteciperà l’assessore regionale al Welfare, al benessere sociale e alle pari opportunità, Rosa Barone ,e il capo dipartimento lavoro e formazione di Regione Puglia, Silvia Pellegrini. Aprirà i lavori il presidente Domenico Orabona e a seguire ci sarà la relazione tecnica del direttore generale Matteo Pariscenti che spiegherà i vantaggi concreti del progetto.

"Il welfare rappresenta la modalità più efficace per costruire in azienda un clima di diffuso benessere migliorando la produttività e la competitività - commenta il presidente Orabona - sviluppando ambienti di lavoro che davvero sono in grado di accogliere in modo più funzionale e gratificante le esigenze legate alla vita quotidiana dei dipendenti. Un piano di welfare sussidiario costruito con cura e attenzione permette di conciliare l’obiettivo del business con le aspettative più urgenti e profonde delle risorse umane. Regione Puglia ha dimostrato grande lungimiranza nel predisporre politiche e finanziamenti al servizio di una diffusione delle prassi legate al welfare aziendale e alle pari opportunità di lavoro. Ebiten è intervenuto in qualità di facilitatore e promotore così da rendere i sistemi imprenditoriali locali consapevoli delle progettualità offerte da Regione Puglia".

Ebiten attualmente conta 5mila aziende aderenti per oltre 35mila lavoratori dipendenti. L’ente bilaterale, per ottenere la massima efficacia in riferimento al progetto Ialf, ha coinvolto il fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua Formazienda, istituito da Sistema Impresa e Confsal, con la finalità di definire percorsi formativi specifici. "Le aziende del territorio - commenta Rossella Spada, direttore generale del Fondo Formazienda - saranno quindi messe nelle condizioni di comprendere vantaggi ed opportunità generati dall’adozione di un piano di welfare aziendale. Il welfare aziendale è una materia complessa che richiede una preparazione specifica da parte delle aziende ed è decisiva per costruire un clima armonico all’interno delle imprese. Servono quindi percorsi di istruzione mirati che Formazienda è in grado di garantire attraverso strumenti di finanziamento e avvisi pubblici capaci, di volta in volta, di rispondere al fabbisogno di abilità e competenze".

Durante la mattinata di lavoro interverranno anche, in qualità di relatori: Cesare Damiano, già ministro del lavoro; Luca Marasco, delegato di Sistema Impresa Puglia; Eleonora di Bari, coordinatore commissione paritetica bilaterale; Milena Rizzo, capo dipartimento politiche sociali di Sistema Impresa; Paolo Giacometti, manager Welfarebit; Fabiano Gerevini, presidente di Cat.

Chiuderanno l’incontro Domenica Leone, presidente di Sistema Impresa Taranto, e Giacomo Cuonzo, presidente regionale di Ebiten, con un bilancio illustrativo in merito alla situazione locale e alla necessità di diffondere le prassi e i principi del welfare aziendale nel tessuto produttivo pugliese.