Wembley, caos a Londra: persone arrestati e agenti feriti

·2 minuto per la lettura
Finale 2020 disordini Londra
Finale 2020 disordini Londra

Quasi cinquanta persone sono state arrestate e alcuni ipoliziotti sono stati feriti a causa dei disordini seguiti alla finale di Euro2020 che, dopo un goal degli britannici al secondo minuto e il pareggio di Bonucci, ha visto l’Italia trionfare sull’Inghilterra ai rigori. Diversi fermi sono avvenuti anche pima del match, quando fuori allo stadio di Wembley si sono verificati tafferugli e scontri con le forze dell’ordine.

Finale Euro2020: disordini a Londra

A fornire il primo bilancio degli incidenti prima e dopo la sfida è stata la stessa Polizia Metropolitana londinese che ha parlato di 49 arresti “per una serie di svariati reati” e 19 poliziotti rimasti feriti nell’ambito di alcune operazioni condotte durante la serata, in particolare prima della finale.

Questo è del tutto inaccettabile. Un grande ringraziamento agli ufficiali di tutta Londra e ai nostri colleghi per la loro parte nel mantenere la città al sicuro“, si legge nella nota.

Finale Euro2020, disordini a Londra: tensioni e violenze

Attorno a Wembley c’era infatti un clima di festa caratterizzato però anche dalla presenza di tifosi inglesi esageratamente entusiasti ed esagitati. In diversi hanno tentato di sfondare gli ingressi delllo stadio e alcune persone senza biglietto sono riuscire a farvi irruzione scatenando scene di tensione e accenni di violenza.

Allo stadio di Wembley erano attesi più di 60.000 tifosi, meno rispetto alla capacità di 90.000 come imposto dalle norme anti Covid. Dopo che i fan hanno preso d’assalto le barricate, i funzionari sono stati impegnati “con un incidente avvenuto nell’area del perimetro di sicurezza esterno dello stadio“. La Polizia aveva garantito l’immediata attivazione delle misure di sicurezza nelle aree interessate.

Finale Euro2020, disordini a Londra: tifosi italiani aggrediti

Dopo la partita e il triplice fischio dell’arbitro che ha sancito la sconfitta dell’Inghilterra, i tifosi britannici sarebbero invece tornati a casa senza troppi problemi. Non prima però che alcuni di essi aggredissero dei supporters azzurri che, come mostrato da alcune immagini condivise sul web, sono stati presi a calci e pugni dai tifosi della squadra avversaria (si è comunque tratatto di episodi isolati).

Le forze dell’ordine sarebbero dunque solo intervenute all’interno di diversi locali e pub per sgomberare gli assembramenti che si stavano creando in contrasto con le normative anti-Covid ancora in vigore in Inghilterra a causa del crescente numero di contagi legato alla variante Delta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli