WhatsApp lancia una nuova sfida a Apple e Google

REUTERS/Dado Ruvic

Un nuovo mercato per WhatsApp. Si chiama KaiOS, un sistema operativo montato su telefoni low-cost, e sul suo piccolo KaiStore nelle ultime ore è possibile scaricare, oltre a Facebook Lite e Twitter, anche WhatsApp.

Il sistema operativo

KaiOS è il sistema operativo creato dall’americana KaiOS Technologies nel 2017, ed è basato sul vecchio Firefox Os e su B2G. Solitamente viene utilizzato nei telefonini più economici, venduti nei mercati dei paesi emergenti o dove ampie fette di popolazione non possono permettersi neanche i telefoni Android di fascia più bassa. Anche il Nokia 8110, modello nostalgia, è equipaggiato con il sistema operativo low-cost.

Il mercato

India, Indonesia, Africa, Medio Oriente, Brasile e Messico rappresentano mercati potenzialmente enormi per la diffusione di telefoni con sistema operativo KaiOS. Ci sono apparecchi di Alcatel, Cat, Doro, JioPhone (con tastiera tipo Blackberry), MaxCom, Mtn (telco africana), Multilaser (Brasile), Orange (telco francese presente in Africa e Medio Oriente), Positivo (Brasile) e WizPhone (Indonesia).

I telefoni

Un po’ come succedeva anni fa. Si tratta di telefoni che riescono a garantire fino a 30 giorni di standby, venduti nella fascia tra i 20 e i 100 euro, spesso usati da persone anziane, con tastierino numerico fisso, oppure come primo cellulare per bambini - volete mettere il divertimento con il vecchio Snake di Nokia - e da chi non vuole avere un telefono impegnativo o per chi d’estate, in campeggio o al mare, non vuole portarsi lo smartphone da mille euro.

Le app da scaricare

Molti telefoni che usano KaiOS dual sim, sono anche ottimi router 4G, spesso hanno un’autonomia superiore alla settimana, una fotocamera di bassa qualità e il tastierino con il “vecchio” T9 per scrivere i messaggi. Prima mancava WhatsApp, ma adesso c’è.