WhatsApp a rischio sicurezza: arriva l’allarme per un file mp4

WhatsApp a rischio sicurezza: arriva l’allarme per un file mp4

WhatsApp a rischio sicurezza: è questo l’allarme lanciato da Facebook per tutelare gli utenti nell’utilizzo dell’app di messaggistica più diffusa sul territorio internazionale. Ora resta da capire quali potrebbero essere i cellulari interessati, perché in gioco ci sono i dati personali trasferiti sulla memoria interna degli smartphone.

WhatsApp a rischio sicurezza: arriva l’allarme

E’ arrivato nella giornata di giovedì 21 novembre l’allarme lanciato da Facebook, proprietaria di WhatsApp, per un virus spia sospetto che potrebbe attaccare i telefoni degli utenti: “WhatsApp lavora costantemente per migliorare la sicurezza del servizio. Rendiamo pubblici i potenziali problemi che abbiamo, risolvendoli con le migliori pratiche del settore. In questo caso, non vi è motivo di credere che gli utenti siano stati colpiti“. Stando alle voci emerse nelle ultime ore, si tratterebbe (esattamente) di un file mp4 che potrebbe colpire alcuni cellulari installando, automaticamente, un malware da cui genererebbe un codice capace di ‘rubare’ le informazioni personali custodite nella memoria interna degli smartphone.

Sia chiaro: il processo non opera in via automatica e, da quello che è stato dichiarato formalmente, non dovrebbe ancora aver creato problemi agli utenti. L’allerta è massima, soprattutto per gli smartphone su cui è presente una versione datata di WhatsApp. Il consiglio, come spiegato da un portavoce di Facebook, è quello di scaricare e installare la versione più recente dell’app di messaggistica sui propri telefoni. Il rischio corso, inoltre, non riguarderebbe solo la sottrazione di dati personali ma anche l’attivazione del microfono per spiare i singoli utenti.