Whirlpool, Carfagna: Governo incassa ennesima beffa lavoratori

Red/Lsa

Roma, 9 ott. (askanews) - "La sospensione della cessione dello stabilimento Whirlpool di Napoli rischia di essere una presa in giro per i lavoratori. Di fronte all'inaccettabile condotta dell'azienda, il governo ha il dovere di tenere aperto il confronto a oltranza, alla ricerca di una soluzione che garantisca la continuità produttiva e occupazionale". Lo afferma in una nota Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia.

"Dopo il fallimento dell'azione del ministro Di Maio in rappresentanza del precedente governo, oggi si è mosso perfino il presidente Conte in prima persona ad affiancare il nuovo ministro Patuanelli - aggiunge Carfagna -. Il risultato? Solo un altro rinvio, che suona come una beffa. Nessuna garanzia, nessun richiamo al rispetto dell'accordo sottoscritto ormai più di un anno fa".

"Il premier e il ministro hanno il dovere di fare tutto il possibile per dare una prospettiva allo stabilimento napoletano e ai lavoratori. Se non riescono a tenere aperta una fabbrica - conclude Carfagna - ci chiediamo come pensano di poter rilanciare quello sviluppo del Sud di cui tanto parlano, senza mai passare ai fatti".