Whirlpool, Cisl: senza risposte immediate sarà mobilitazione

Glv

Roma, 29 gen. (askanews) - La Cisl "non farà un passo indietro" nella vertenza Whirlpool e "si augura un intervento forte anche da parte del governo" perchè "senza risposte immediate sarà mobilitazione". Lo afferma il segretario generale aggiunto Luigi Sbarra, secondo cui sono "gravi e inaccettabili" le parole dell'amministratore delegato della Whirlpool, Luigi La Morgia, sulla presunta insostenibilità del sito produttivo di Napoli.

"Non si può - sostiene Sbarra - continuare a giocare così con la vita dei lavoratori. Gli accordi si rispettano: governo e azienda trovino subito la quadra per dare piena continuità a produzione e occupazione nella fabbrica. Tutto il resto è irresponsabile tatticismo".

"Non c'è margine nè tempo per le parole - aggiunge il sindacalista - bisogna agire e portare il gruppo al pieno e coerente adempimento degli impegni presi. Il tempo corre e si rischia il disastro. L'azienda non pensi di poter schivare i propri doveri. Si torni immediatamente ai contenuti dell'accordo 2018: rilancio produttivo, ammodernamento degli impianti e salvaguardia dei posti di lavoro".