Whirlpool, de Magistris chiede incontro a Conte: preoccupato

Psc

Napoli, 15 ott. (askanews) - Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, sollecita, ancora una volta, un incontro con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per discutere della vertenza dello stabilimento Whirlpool di via Argine. Una richiesta avanzata la settimana scorsa per far comprendere al premier "fino in fondo che questa è la vertenza della città". "Sono molto preoccupato - ha detto de Magistris - e ritengo che, da questo punto di vista, il Governo non è riuscito ad affermare la sua autorevolezza ossia far rispettare un accordo firmato a ottobre 2018. Non possiamo farci scivolare addosso il fatto che il 31 ottobre sarà la fine di quest'esperienza" produttiva a Napoli.

"Vorrei sapere dal presidente Conte - ha aggiunto il sindaco - qual è la fine che devono fare questi lavoratori, altrimenti dobbiamo considerare il silenzio un atteggiamento di inadeguato rispetto nei confronti della terza città d'Italia". Il sindaco ha ribadito che la città "farà sentire la sua voce in maniera forte anche con proposte innovative" e che "non lascerà soli questi lavoratori. Troveremo un altro modo per produrre lavatrici a via Argine".

"Con fiducia attendo la convocazione da parte del presidente", ha concluso il primo cittadino attaccando che "alcuni ministrii hanno fatto campagna elettorale su questa vertenza dicendo che era 'tutto apposto'".