Whirlpool, Uilm: governo trovi al più presto soluzione credibile

Glv

Roma, 29 gen. (askanews) - Il governo deve trovare al più presto una "soluzione credibile" per lo stabilimento Whirlpool di Napoli. È la richiesta del segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, al termine del tavolo al ministero dello sviluppo economico. L'incontro, sottolinea Palombella, "non ci soddisfa perchè abbiamo avuto solo una mera proroga della produzione nel sito di Napoli fino al 31 ottobre".

Il governo "finora non è stato capace nè di garantire il rispetto dell'accordo del 2018 nè di costringere l'azienda a continuare a produrre nel sito di Napoli. Da domani assemblee negli stabilimenti del gruppo in vista di uno sciopero in tutti i siti italiani".

I prossimi mesi "saranno decisivi per il futuro dei 400 lavoratori di Napoli e metteremo in campo ogni azione unitariamente, insieme a Fim e Fiom, in tutti gli stabilimenti italiani del gruppo per chiedere garanzie sul futuro occupazionale di tutti i 5mila dipendenti italiani".

"Siamo contrari - spiega il sindacalista - a ogni progetto di reindustrializzazione del sito napoletano perchè già conosciamo quello che stanno vivendo da anni i lavoratori di Teverola, Embraco, Alcoa e tanti altri. Vogliamo una soluzione che garantisca occupazione e lavoro, non ammortizzatori sociali".

"Continueremo a stare al fianco dei lavoratori di Napoli - aggiunge Palombella - e chiederemo quotidianamente al governo di non perdere più tempo e di trovare al più presto una soluzione risolutiva che possa garantire nel breve e lungo periodo la produzione e l'occupazione per tutti i lavoratori napoletani".