'White friday' e luminarie a via del Babuino

Red

Roma, 28 nov. (askanews) - Domani venerdì 29 novembre alle 17 di venerdì 29 novembre in via del Babuino - un tempo strada degli antiquari e oggi faro di stile e design - la Nuova Associazione Babuino accenderà le sue luci natalizie e per farlo ha scelto una data d'eccezione. Nel giorno in cui il mondo è nel vortice del black friday, via del Babuino lancia il suo white friday, una serata di luce e musica con i The New Chambers Singers, diretti da Eric Foster con quartetto d'archi della Filarmonica d'Opera di Roma in collaborazione con All Saints'Anglican Church e il concerto itinerante dei 7 Hills Gospel Choir, accompagnati da una band di quattro elementi, la "7 Hills Gospel Band" e diretti dal M° Gianluca Buratti. A partire dal pomeriggio si terrà una vera e propria festa di quartiere dal respiro cosmopolita per onorare un'antica tradizione, quella delle luminarie, che con il suo sfavillio non smette di attrarre e far sognare abitanti e turisti.

Così come all'epoca, in cui le varie congregazioni di bottegai si stringevano per accendere il cuore pulsante della Capitale, anche oggi i negozi di una delle passeggiate più esclusive del Tridente si ritroveranno al ritmo di spiritual, offriranno drink e resteranno aperti fino alle 21 per rendere il Natale 2019 vivo e lucente. Via del Babuino - il cui nome deriva dalla Fontana del Sileno, creatura mitologica raffigurata come un vecchio corpulento e irsuto simile a una scimmia - è senza dubbio il bel corridoio romano che, scivolando da piazza del Popolo a piazza di Spagna, raccoglie attorno a sé alcune delle firme più prestigiose dello shopping made in Italy e internazionale e, durante tutte le festività, proprio a partire dall'ultimo venerdì del mese, sarà costellata di luci e canti.

"Omaggiare le tradizioni in una città come Roma resta prioritario - dichiara Maria Letizia Rapetti, boutique manager Chopard e presidente della Nuova Associazione Babuino - ma per farlo con potere incisivo e spirito di trasformazione è utile guardare al futuro, regalando al cittadino e al consumatore un'esperienza di continuità con un passato glorioso ma, allo stesso tempo, trasferendo un messaggio di cambiamento e contemporaneità. La nostra strada racchiude appieno tale missione, con la sua continua dialettica fra imprese e il carattere identitario del tessuto urbano, motivo di vanto in Europa e nel mondo, sintesi dinamica di visioni, culture e grandi firme".