“Wild Food Maremma”, dal 29 luglio il nuovo programma di Stefano Bini

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 lug. (askanews) - Stefano Bini, autore, conduttore e giornalista televisivo, con Wild Food Maremma, prodotto da Video Arcobaleno, in onda su Food Network, canale 33 da venerdì 29 luglio dalle 8,40 ci accompagna nella "sua" Maremma, in un viaggio che saprà soddisfare i nostri sensi.

C'è un posto dove natura e cibo si fondono in un'armonia perfetta: la Maremma Toscana. Qui, le meraviglie paesaggistiche incontrano una ricca tradizione culinaria che va dagli antipasti ai dolci. In compagnia di Stefano Bini, Wild Food Maremma racconta il meglio di questa regione geografica che si estende tra le province di Livorno e Grosseto fino a Siena e Viterbo, partendo dalle ricette tipiche del territorio per poi esplorare la natura e le città nei dintorni. Tra spiagge e mari cristallini, borghi medievali e chiese rinascimentali, sarà un viaggio alla scoperta di una delle zone più belle della Toscana dove panorami mozzafiato e cieli azzurri si mescolano in un'atmosfera da sogno. Queste le mete protagoniste: Castel del Piano, Grosseto, Magliano, Manciano, Orbetello, Piancastagniaio, Pitigliano, Saturnia e Sorano.

"Sono nato a Grosseto, nipote e figlio di ristoratori da sei generazioni e, dopo tante co-conduzioni, eventi in Italia ed Europa, volevo fare qualcosa per la mia terra, quella dove affondano le mie radici. In questo programma - spiega Stefano Bini -, nato da un'idea mia e di Valerio Mori, mio cugino, per la prima volta, sarò solo alla conduzione, autore e capo progetto. Sarà una trasmissione dove parleremo di ricette della tradizione maremmana in nove tappe, in ognuna delle quali scoveremo due luoghi "wild" e due ricette della tradizione. Per me un ritorno a casa, quella che ho lasciato per rincorrere i miei sogni, trasformandoli in realtà e in una carriera radiofonica e televisiva che è la mia "strada" ma che non può farmi dimenticare i paesaggi e il profumo di questa terra magica, meravigliosa e un mestiere che è nel mio DNA e che conosco bene".

"Ho sempre trascorso le estati, da studente, lavorando nel ristorante dei nonni e di mio padre. Dedico questo progetto a mio nonno Giancarlo che, insieme all'amico Luigi Veronelli, hanno portato il buon cibo e il buon vino italiano in giro per il mondo. Manco da diciotto anni e questo vuole essere un ritorno importante; un omaggio e una dichiarazione d'amore per la mia terra. Wild Food Maremma - aggiunge - è fortemente territoriale".

Un itinerario sorprendente tra i faggeti di Castel Del Piano alla scoperta di "Pinolia" che oggi si chiama Principina a Mare, le Vie Cave, antichissimi e affascinanti percorsi etruschi a cielo aperto, corridoi ciclopici tra Pitigliano Sovana e Sorano e l'ultima puntata monotematica che vedrà protagonista Saturnia con le sue Terme.

Un viaggio sensoriale tra i profumi di una cucina tradizionale dai sapori e i colori inconfondibili, per comprendere la storia, la vita, l'essenza di quest'angolo della nostra Bell'Italia. La Maremma, protagonista di moltissimi set cinematografici internazionali, conosciuta in tutto il mondo, riserva sempre nuove sorprese a chi decide di calpestarne la terra rossa come i suoi tramonti ed i suoi vini.

"In questo progetto che mi emoziona, si mescolano "radici & sogni" e con Wild Food Maremma vi condurrò in questa terra che amo, a modo mio, in un'avventura tutta da scoprire e assaporare. Venite con me?", conclude Bini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli