William Petersen ricoverato per esaurimento: era sul set di CSI

·1 minuto per la lettura
William Petersen. REUTERS/Eric Gaillard
William Petersen. REUTERS/Eric Gaillard

William Petersen, attore protagonista della serie televisiva "CSI: Scene del crimine", è stato ricoverato in ospedale dopo aver accusato un malore durante le riprese dei nuovi episodi di "CSI: Vegas", il sequel che andrà in onda dal prossimo ottobre. 

Mentre era sul set, secondo quanto riferito da TMZ, l'attore ha infatti chiesto al regista di fare una pausa perché non si sentiva bene. Poco dopo, è stato portato via con un'ambulanza. 

VIDEO - Vitamina B12, la carenza può portare questi effetti collaterali

È sempre TMZ a rendere noto che nelle ultime settimane l'attore aveva lavorato molto intensamente, e che il malore potrebbe dunque essere la conseguenza di un esaurimento nervoso. Per il momento, comunque, il tabloid americano conferma che le condizioni dell'attore rimangono stabili e non destano preoccupazione.

In "CSI" Petersen veste i panni di Gil Grissom, entomologo forense. Come precisato da TgCom24, durante la produzione della crime serie è stato l'attore televisivo più pagato, con un compenso di ben 600.000 dollari a puntata. Il secondo posto era detenuto da Kiefer Sutherland che invece incassava 550.000 dollari a puntata.

VIDEO - La classifica di Forbes, ecco i più ricchi al mondo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli